Che cos’è lo streaming?

Questa tecnologia consente di riprodurre un file multimediale senza scaricarlo completamente sul computer

Lo streaming è una delle parole più comuni nell’era del Web 2.0 o sociale.I social network trasmettono lo streaming video, stazioni radio online fanno la stessa cosa con l’audio e i film sono disponibili in questa modalità. Lo streaming alle sue origini era utilizzato dalla società RealNetworks nel 1995. Questa tecnologia si basa su un sistema per accedere a un file che si trova su un server web senza scaricarlo completamente prima di riprodurre il contenuto. Il file viene scaricato sul PC, ma in forma di flusso di dati, e rimane sul PC solo temporaneamente.

Streaming Film e Audio

Come funziona lo streaming?

La società RealNetworks è stato uno dei primi a diffondere questa tecnologia per accedere a file su Internet senza la necessità di scaricarli prima. Ciò ha lanciato lo streaming. In questo processo, il computer memorizza il file in un buffer, cioè carica in memoria parte del file tramite una cartella temporanea. Questo viene fatto durante la riproduzione del file. Poi, il flusso di dati viene cancellato dal buffer.

Per la riproduzione ottimale dello streaming è necessario avere i codec adatti per decifrare il contenuto del file multimediale. Questi codec permettono di mantenere la massima qualità possibile con un numero minore di byte, non occupando troppa memoria.

Alla fine degli anni novanta, la connessione Internet più comune era quella con una larghezza di banda di 56 Kbps. Con questi dati limitati, il download e la visualizzazione di file multimediali era un compito molto difficile, soprattutto a causa delle risorse e il tempo necessario per la riproduzione. Era impensabile scaricare i file sul disco rigido e poi riprodurli. Questa azione poteva durare per ore, date le connessioni internet lente. Con l’avvento della ADSL e Internet veloce lo streaming ha subito una notevole diffusione fino a fare diventare questa tecnologia pane quotidiano nell’uso di un PC.

Il download dei utilizzando le applicazioni P2P è diminuito negli ultimi anni a causa dei servizi per lo streaming audio e video e una maggiore larghezza di banda nelle case. Con connessioni da 3, 6, 10 e 20 Mbps, gli utenti possono accedere ai contenuti in streaming con qualità uguale al DVD senza ritardi e attese per riprodurre il contenuto.

E tu, fai uso dello streaming? Quali siti di streaming utilizzi? Scrivilo nei nostri commenti e visita la nostra categoria streaming.

Parole di ricerca chiave:

  • web video player playlist
  • che cosè lo streaming
  • cos e\ lo streaming nell iphone
  • COSE BELLOWEB

Admin Nokia Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *